Natale=biscotti

Da qualche anno a questa parte questa equazione è sempre verificata.

Ogni anno produco quitali di biscotti. Principalmente quelli burrosi allo zenzero, tanto da ricevere richieste da compagni di scuola di mia sorella o amici.

Quest’anno ho scovato questa nuova ricetta ispirata a questo video nel canale youtube “Io odio lo chef“.

Ottimi biscotti e soprattutto: SENZA ZUCCHERO!

Biscotti di NataleBiscotti di Natale
IMG_8926 copia

INGREDIENTI:

  • 120 g di farina integrale
  • 60 g di mandorle tritate grossolanamente
  • 100 ml di latte vegetale
  • 70 gr di datteri
  • 3 albicocche secche
  • uvetta qb
  • 1/2 bustina di lievito
  • scorza di limone
  • 15 ml di olio extravergine di oliva

Procedimento:

  1. Frullare i datteri tagliati a pezzetti, le albicocche e l’uvetta con il latte.
  2. A parte mescolare la farina con la scorza di limone, il lievito e le mandorle tritate.
  3. Aggiungere il composto di datteri, albicocche e uvetta frullato.
  4. Infine aggiungere l’olio poco alla volta.
  5. Lavorare l’impasto con le mani e stenderlo sul piano da lavoro. Tagliare le formine e metterle su una teglia rivestita con carta forno.
  6. Infornare a 180° per 10/15 minuti.

Questi biscotti si mantengono anche una settimana se chiusi ermeticamente in un barattolo. Sono morbidi, ma se li preferite croccanti potete fare una seconda cottura in forno di massimo 3/5 minuti e avrete dei biscotti croccantissimi!

 

Annunci

6 thoughts on “Natale=biscotti

  1. Il tuo post mi ha ricordato un aneddoto che raccontava spesso mia nonna.
    Lei diceva che da bambina aspettava tutto l’anno che arrivasse il Natale, perché sapeva che per quella festa le sarebbe stato regalato un cioccolatino. Allora quel minuscolo pezzo di cioccolata era un lusso inimmaginabile, che ci si poteva permettere appunto soltanto una volta l’anno. Adesso invece, diceva mia nonna, se ho voglia di un po’ di cioccolata vado al supermercato e me ne compro una stecca larga così e spessa così per un euro e spiccioli.
    Mia nonna ci faceva questo paragone per farci capire che adesso ogni giorno è festa, ogni giorno è Natale, perché ora possiamo permetterci di fare tutti i giorni delle cose che soltanto pochi anni fa erano delle comodità inaccessibili. E quindi finiamo per darle per scontate, non le apprezziamo nella giusta misura e non siamo mai contenti. Sei d’accordo?

    1. Assolutamente d’accordo. Oggi spesso possiamo avere tutto e subito e ci perdiamo il bello dell’attesa.
      Ti ringrazio del prezioso commento e vado subito a sbirciare il tuo blog.
      Un saluto!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...